Contattici

ContPerson : James

Numero di telefono : +86 13921194466

WhatsApp : 13488888888

Tali storie ci hanno messi che pensiamo

June 17, 2019

casi aziendali circa Tali storie ci hanno messi che pensiamo

Nei periodi antichi, il tempo ha significato il tempo. Il tempo è diviso secondo il moto della materia, non inerentemente, là non è tempo nell'universo. Il movimento della materia richiede tempo,
Ma se non separiamo «il tempo» in due parti, la nostra mente non potrà riconoscere «il tempo». La ragione per la quale possiamo pensare è che la nostra mente può nominare il mondo materiale. «Tempo», che non è stato diviso, non può essere nominato o distinto. Soltanto quando è diviso in «il tempo» può essere usato pensando, perché può essere nominato. Per esempio, dividiamo una volta il movimento della terra intorno al sole in un anno e la rotazione della terra in un giorno. Tale divisione è conveniente affinchè pensare calcoli con i simboli numerici. Se non vivete su terra, non sarete diviso mai tramite il moto della terra. Di conseguenza, il tempo è appena una divisione del movimento della materia per aiutare il pensiero all'universo. È una regola fatta dall'uomo, non una regola naturale. È divisione artificiale in mezzo, come il centesimo può essere.
Il tempo è un'esistenza obiettiva. Il concetto di tempo è il risultato di comprensione, di induzione e della descrizione umane della natura. In Cina antica, il suo significato originale si riferisce al cambiamento delle stagioni o alla reincarnazione della posizione del sole sull'eclittica. «Metropolitana · il peso della montagna» dice: quando, in modo da ricordi l'anno inoltre. Con l'approfondimento della comprensione, il concetto di tempo riguarda tutti i movimenti visibili ed invisibili. Note di shu di Mencius zhang: «quando è detto che i cinque elementi sono isolati e vuoti.» Il tempo visibile è usato di descrivere la proprietà uniforme di tutto il processo di moto, questo è la connotazione di tempo. Poiché i problemi hanno studiato dalla gente antica erano basicamente macro, ruvidi e rallentano, essi soltanto hanno pagato l'attenzione al problema «di tempo». Più successivamente, il concetto «di tempo» si è aggiunto a causa della necessità di studiare gli oggetti veloci e transitori. Il tempo riguarda così gli stati continui ed istantanei del processo di moto e la sua connotazione infine è arricchita e perfezionata e la parola «tempo» infine è finita.

Mettetevi in ​​contatto con noi

Entri nel vostro messaggio